Alcuni commenti: No-Stop

Alla fine del corso Com.E. In. NoStop chiedo ai partecipanti di compilare modo anonimo un questionario di valutazione.

Alla domanda: “La sensazione più forte del corso è…” hanno risposto:

  • Senso di pace e spazio, voglia di piangere lacrime di gioia. Vetan (AO), Luglio 2016 
  • Questi giorni del NoStop sono stati un grande regalo, la vostra presenza in un contesto bellissimo e magico guidati da una grande maestra…un dono dell’universo! Scansano (GR), Ottobre 2015
  • Il seminario di Vetan è magico, Vetan, Luglio 2013
  • L’essere accolta in un gruppo non giudicante e generoso nella condivisione. Vetan, Luglio 2013
  • Quanta sofferenza “teniamo” dentro, chiusi in noi stessi, e che può svanire o diminuire solo aprendoci, spalancando le porte. Vetan, Luglio 2013
  • Sentirmi un angelo. Vetan, Giugno 2012
  • La sensazione di leggerezza, sia nella mente che nel corpo, tornare a respirare a pieni polmoni. Mi sembra di aver posato uno zaino pesantissimo che mi stava schiacciando. Vetan, Luglio 2010
  • Per la prima volta, e a distanza di tre mesi, mi pare proprio che in questi giorni mi sia uscito tutto il dolore per la fine della mia relazione. Vetan, Luglio 2010
  • Aver tirato via dal mio cuore come un peso: una sensazione di leggerezza, di potermi permettere di sentire. Crespano, Settembre 2010
  • Sento che è ora di fare spazio e accogliere il nuovo! Crespano, Settembre 2010
  • Posso decidere di fidarmi e di considerare l’universo ottimo e abbondante! Vetan, Giugno 20808
  • Meraviglioso al di là delle parole. Si ha la risposta alla propria domanda. Vetan Giugno 2007

Allo stesso modo chiedo di compilare un questionario ( questo è firmato ) con gli eventuali miglioramenti riscontrati

All’inizio del corso Alla fine del corso
Profondo senso di disagio e di stanchezza psico-fisica Finalmente amore per la vita e voglia di vivere. Scansano, Ottobre 2015
 Senso di esclusione e profonda solitudine; smarrimento sulle decisioni da prendere.  Gioia e senso di appartenenza, accettazione di me stessa e grande leggerezza; sicurezza sulla strada che dovrò percorrere. Vetan, Luglio 2010
 Paura di non farcela negli impregni presi, non riuscire a vivere il presente con relativi stati ansiosi. Stato ansiogeno fortemente diminuito; rapporto con lo spirito non mediato dalla razionalità e visione degli altri come spiriti di luce. Crespano, Settembre 2010
 Non sapere cosa volevo da me stessa e dalla mia vita; senso di disagio nello stare sola con me stessa quando non trovavo nulla per tenermi impegnata con la mente o col corpo. Mi apri a quella che sono,in pace con me stessa anche nel silenzio e nella solitudine di alcuni momenti. Vivi giorno per giorno senza dover per forza fare scelte subito. Crespano, Settembre 2010
 Paura di non farcela a vivere, paura di tutto, di non essere più in grado di rialzarmi; tristezza, ansia, rabbia; sentirmi senza amore, senza gioia, sola ed arrabbiata.  Vitalità, energia, voglia di fare, di vivere, di raggiungere i miei obbiettivi, di impegnarmi con consapevolezza, sentendo l’energia che tutto risolve. Meno ansia e meno scollamento del cuore; più forte, gioiosamente. Vetan, Luglio 2009
 Tanta fatica per dover essere qualcuno per ricevere amore; attaccamento alle cose ed alle persone.  Posso essere me stessa, facilmente; gli altri mi amano così, non ho più la necessità di attaccarmi alle persone ed alle cose. Accetto il cambiamento e so stare in piedi da sola perché sono circondata da tanto amore. Vetan, Luglio 2009
Paura di guardare e di guardarmi.  Ho imparato a guardarmi. Vetan, Giugno 2008
Insicurezza, paura, paura di esprimere me stessa fino in fondo, paura delle donne, difficoltà alle relazioni con gli sconosciuti. Più serena, più comunicativa, meno paura delle donne, più fiduciosa delle cose che mi riserva la vita. Più energie, meno stanchezza cronica. Accettazione di me stessa. Ho scoperto il vero significato dell’esistenza (che non è poco!). Mi sono concessa di vivere il mio lato spirituale.
Vetan, Giugno 07
Non riuscivo a sentire il mio Io, non riuscivo più a comprendere quali erano i miei desideri e quali erano le esigenze degli altri. Paura dei ragni. Mi sento connessa, piena di entusiasmo, in armonia. Non ho più paura dei ragni.
Vetan, Giugno 07