Idee

Il mio lavoro si basa sull’ approccio energetico-spirituale, che non consiste in un atto di fede, ma in qualcosa ho verificato in prima persona nella mia esperienza, attraverso i diversi metodi che ho sperimentato e che mi hanno cambiato la vita.
L’ idea di base è che, per prima cosa, noi siamo energia e siamo tutti interconnessi. Per la natura stessa del nostro essere comunichiamo sempre e comunque.
Significa quindi che in ogni momento, consapevolmente o meno, comunichiamo energeticamente verso l’interno, con livelli più profondi del nostro essere, oltre che con gli altri e con l’ ambiente.
Questo processo può avvenire in modo ignaro o essere consapevole.
Qual’è la differenza? Lo stare bene o essere malati, il realizzare i nostri obbiettivi o no.
Per esempio, se a volte ci accorgiamo di vivere nella paura e nel senso di inadeguatezza, oppure non riusciamo a risolvere dei rapporti importanti nella nostra vita o, ancora, abbiamo sempre difficoltà nel lavoro… significa che non ci stavamo ascoltando.
Infatti, quando prestiamo attenzione alla comunicazione energetica che collega i nostri vari livelli, prendiamo decisioni coerenti con quello che siamo e restiamo in equilibrio; altrimenti, creiamo dei muri energetici che ci separano da parti della nostra esistenza.
Questi muri energetici si traducono prima in disagi interiori (insicurezza, cattivi rapporti personali e lavorativi, frustrazione eccetera) e successivamente, se non ascoltati e risolti, giungono a manifestarsi nel fisico con la malattia.
Sia i disagi che i sintomi parlano un linguaggio preciso: comprenderlo può essere un grande aiuto per identificare e cambiare quelle aree della nostra vita che non funzionano come dovrebbero. E che tutti siamo in grado di farlo!
È evidente che, per guardare le cose da questo punto di vista, bisogna che riprendere la piena responsabilità della nostra vita, rendendoci conto come tutto ciò che ci accade, dal trovare il partner ideale o il lavoro che fa per noi, fino a essere sani o ammalati, nasce da una nostra decisione.
Se accettiamo l’idea che tutto ciò che ci capita non è un caso fortuito, ma si origina dentro di noi, vuole anche dire che, da qualche parte, possediamo tutti gli strumenti per crearci la vita che realmente desideriamo.
Ovviamente possiamo decidere di vivere pienamente la nostra vita o solo una piccola parte, scegliere di avere rapporti appaganti o di sentirci esclusi e reietti. E’ una nostra scelta. Ma ricordiamo di possedere tutti gli strumenti per realizzare ciò che realmente desideriamo.
Quindi, il mio obbiettivo è, attraverso i “contenitori” costituiti da libri e seminari, è fare in modo che ricordiate chi siete: dalla consapevolezza degli strumenti energetici che possedete alle infinite capacità che avete. Dovete solo permettervi di essere quello che siete.